BSC 73

Aleksander Horowski, La "visio Dei" come forma della conoscenza umana in Alessandro di Hales. Una lettura della "Glossa in quatuor libros Sententiarum" e delle "Quaestiones disputatae" (Bibliotheca seraphico-capuccina, 73), Roma 2005, 376 p. ISBN 88-88001-29-8 (€ 25,00).


BSC073Il volume presenta i risultati della ricerca condotta sui testi editi e sulle questioni disputate inedite del doctor irrefragabilis. Si studia la visione di Dio concepita non solo come premio beatificante nella gloria celeste, bensì in modo integrale, analizzandola nel contesto più ampio della rivelazione biblica ed includendo nel campo di ricerca anche la conoscenza da parte del progenitore nello stato d'innocenza, le visioni profetiche, le apparizioni veterotestamentarie, l'evento della trasfigurazione del Signore, le apparizioni del Risorto e il rapimento mistico di san Paolo. Lo studio si divide in cinque capitoli. Il primo è dedicato alla persona di Alessandro, alla presentazione degli scritti studiati e del panorama teologico dell'epoca, in particolar modo delle discussioni sulla visione all'inizio del '200. Nel secondo capitolo l'Autore si sofferma sull'antropologia dell'Halense, per passare - nel cap. terzo - all'analisi psicologica e gnoseologica dei diversi tipi di visione. Il cap. quarto presenta la dimensione storico-salvifica delle visioni. Infine, nel cap. quinto si tenta di dimostrare gli aspetti originali dell'insegnamento di Alessandro di Hales sulla visione, mettendolo al confronto con alcuni teologi dell'epoca, in particolare con il domenicano Guerrico di Saint-Quentin.

 

 

< altri libri

Altro in questa categoria: « BSC 74 BSC 72 »